Top

Il certificato dei carichi pendenti

Il certificato dei carichi pendenti

ll certificato dei carichi pendenti è il certificato, rilasciato dalla Procura della Repubblica, che attesta l’esistenza di procedimenti penali in corso (già iscritti in quel determinato ufficio del pubblico ministero), a carico di un determinato soggetto.

Il certificato indica pertanto eventuali procedimenti penali in corso che non sono ancora  passati in giudicato, ovvero non ancora definitivi.

La relativa disciplina è prevista dal decreto del Presidente della Repubblica 14 novembre 2002, n. 313 recante: “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di casellario giudiziale, di anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti da reato e dei relativi carichi pendenti” (Testo A).

Il certificato dei carichi pendenti va richiesto alla Procura della Repubblica competente per luogo di residenza.

Da questo certificato, infatti, non risultano tutte le eventuali pendenze penali a livello nazionale ma soltanto i procedimenti in corso dinanzi al tribunale a cui la Procura interrogata accede. Se l’interessato desidera conoscere le pendenze in corso presso più uffici giudiziari, dovrà presentare la richiesta del certificato a tutte le Procure della Repubblica interessate.

Il certificato ha una validità di 6 mesi dalla data di rilascio.

Esempio certificato dei carichi pendenti

Per ottenerlo occorrono:

  • domanda in carta libera corredata da copia del documento di identità in corso di validità

  • n° 1 marca da bollo da €. 16,00 (L. 71/2013 – G.U. n° 147 del 25/06/2013)

  • n° 1 marca per diritti di certificato da € 3,68

  • 1 ulteriore marca da € 3,68   per diritti di urgenza (il rilascio in modalità di urgenza non è possibile nel caso in cui il certificato risulti positivo, ovvero nel caso in cui siano presenti delle pendenze)

Se la richiesta non viene fatta personalmente dall’interessato occorrono anche:

Nel caso in cui il certificato debba essere presentato all’estero, è  possibile richiederne la legalizzazione o apostille ed eventualmente anche la traduzione asseverata per il riconoscimento del certificato da enti ed uffici stranieri.