Top

Consolato d’Egitto in Italia e procedure per la legalizzazione di documenti per l’Egitto

Consolato d’Egitto in Italia e procedure per la legalizzazione di documenti per l’Egitto

Al fine della legalizzazione di documenti presso il Consolato d’Egitto, tali documenti devono essere redatti in lingua inglese o francese oppure in testo bilingue (italiano-inglese; italiano-francese o italiano-arabo).

In caso di certificati in lingua italiana, prima di poterli presentare in Consolato, sarà necessario quindi ottenere una traduzione asseverata.

Il Consolato Egiziano, come da proprie disposizioni ministeriali , deve obbligatoriamente legalizzare sia il documento originale che la traduzione del documento apponendo di fatto due visti di legalizzazione.

Il documento originale deve riportare il timbro di una delle seguenti autorità: Prefettura o Procura o Camera di Commercio. La traduzione giurata, invece, deve essere sempre legalizzata dalla Procura.

E’ possibile legalizzare documenti in copia conforme, ad eccezione dei certificati di frequenza scolastica i quali vanno legalizzati dal Provveditorato agli Studi e poi in Prefettura prima di procedere con la traduzione giurata e relativa legalizzazione della stessa da parte della Procura della Repubblica.

Ai fini della legalizzazione consolare non vengono accettate traduzioni giurate di documenti in fotocopia.

visto-legalizzazione-consolato-egitto

La tariffa consolare di legalizzazione per un documento redatto all’origine in lingua inglese/francese/araba o in bilingue è di € 35,00.

La tariffa consolare di legalizzazione per un documento italiano con traduzione asseverata è di € 70,00 (= 2 timbri consolari da € 35,00)

Per i documenti tradotti che sono stati rilasciati/vistati dalla Camera di Commercio – o comunque documenti commerciali in genere -, la tariffa consolare sarà di € 115 ,00 (= € 80,00 + € 35,00).